• Redazione

    VIDEO Mobartech, così l’arte diventa interattiva e partecipata per il grande pubblico

    Uno degli Accordi finanziati da Regione Lombardia con fondi POR FESR 2014-2020

    di redazione open innovation | 11 gen 2019

Mobartech è stata una delle best practice portate all’evento annuale POR FESR “Innovazione e competitività”, promosso da Regione Lombardia lo scorso 18 dicembre.

La giornata dedicata al “Programma Operativo Regionale 2014-2020: un modello di crescita intelligente e sostenibile” ha infatti illustrato le opportunità messe a disposizione delle aziende lombarde dai fondi europei, alcuni esempi di progetti finanziati da Regione con il POR FESR e ha messo in evidenza l’importanza delle sinergie offerte dai partenariati attivati con i progetti.

Una sinergia che è anche alla base di Mobartech, progetto per lo studio, la conservazione e la comunicazione del patrimonio artistico grazie a iniziative “interattive e partecipate”, come spiegato in questo video da una ricercatrice del IBFM-CNR.

 

Coinvolta come capofila è ARTERIA Srl, società leader in del trasporto, imballaggio, movimentazione e installazione di opere d’arte. Il partenariato comprende poi università e centri di ricerca ovvero Statale di Milano, Bicocca, Cattolica, Fondazione Centro Europeo di Formazione e Ricerca in Ingegneria Sismica EUCENTRE e appunto l’Istituto di Bioimmagini e Fisiologia Molecolare del CNR. Ma anche tre PMI milanesi ovvero XGLAB S.R.L. (spin off del Politecnico), Space Spa e Strati.

Un esempio concreto insomma di quell’alleanza tra grandi imprese, atenei e piccole realtà innovative promossa in modo specifico dal bando “Accordi per la Ricerca e l’Innovazione” (Asse I Por Fesr).

Ulteriori informazioni sul progetto Mobartech a questo link.

I nostri canali social
go to top