Aperto fino al 4 ottobre il bando della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi

Mezzo milione di euro, per aiutare le micro piccole e medie imprese del territorio in fase di start up che vogliano investire nell’innovazione, con progetti incentrati sulle tecnologie 4.0. Questo mette sul piatto la Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, con un bando – scadenza il 4 ottobre, alle ore 12 – proposto nell’ambito del progetto “Punto Impresa Digitale”.

 

 

I BENEFICIARI

 

Una forma concreta di sostegno, pensata per far decollare quelle MPMI locali pronte a imboccare con decisione la strada delle tecnologie più innovative. Magari anche grazie a contratti di collaborazione con enti di ricerca, che rientrano infatti tra le spese di cui è prevista la copertura.

 

Destinatarie del bando sono dunque quelle micro, piccole e medie imprese che intendano creare o sviluppare un progetto di innovazione di prodotto o di processo, gestionale o organizzativa o in ambito commerciale, utilizzando applicazioni, prodotti o servizi incentrati sull’utilizzo di tecnologie 4.0.

 

Come condizione, le MPMI - iscritte al Registro delle imprese da non meno di 12 mesi e da non più di 36 alla data di presentazione della domanda - al momento della liquidazione del contributo devono avere sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi.

 

FONDI E SPESE AMMISSIBILI

 

Il contributo previsto, erogato a fondo perduto, potrà coprire il 50% delle spese ammissibili, fino a un massimo di 30 mila euro su un investimento minimo di 20 mila euro. Per ogni impresa sarà ammessa una sola richiesta di contributo, la prima pervenuta in ordine cronologico.

 

Ed ecco le spese ammissibili:

  • acquisto di servizi di accompagnamento e tutoraggio per lo sviluppo del proprio progetto innovativo;
  • acquisto di servizi e attività per il matching tra startup e partner di mercato
  • contratti di collaborazione con enti di ricerca;
  • servizi e tecnologie per lo sviluppo di prototipi e/o campionari;
  • check-up tecnologici, sperimentazioni;
  • servizi e tecnologie per l'ingegnerizzazione di software/hardware e prodotti relativi al progetto di ricerca;
  • investimenti in attrezzature tecnologiche e programmi informatici necessari alla realizzazione del progetto;
  • spese di marketing e comunicazione
  • spese di prodotti di fintech e di factoring  
  • spese del personale dipendente dell’azienda, impiegato nel progetto di ricerca e innovazione, inclusi amministratori e soci se è indicata chiaramente – con lettera d’incarico o contratto specifico - una attività relativa al progetto innovativo.

 

INFORMAZIONI E CONTATTI

 

Qui il testo del bando.

 

Per assistenza tecnica all’invio delle domande: assistenzatecnica.bandi@mi.camcom.it

 

Per informazioni sui contenuti del bando: contributialleimprese@mi.camcom.it pid.milanomonzalodi@mi.camcom.it

 

 

 

 

 

 

 

Contributi e commenti (0)

Nessun elemento presente.

Vuoi vedere altre news?

Per partecipare attivamente è necessario farsi riconoscere, accedi o registrati anche con i tuoi account social.