Programmatori di fama, scienza a fumetti e l’inedito reverse mentoring di Regione Lombardia

Il programma di Campus Party 2018 è davvero fittissimo: di seguito una breve selezione di alcuni degli appuntamenti più curiosi o di maggiore richiamo.


MERCOLEDÌ 18 luglio la cerimonia di apertura è fissata alle 19.30, con la partecipazione tra gli altri di Regione Lombardia – rappresentata dal vicepresidente Fabrizio Sala -, Fiera Milano, Axa, IGPDecaux, Nexi e di Carlo Cozza, Presidente di Campus Party Global. Ancora prima però, dalle 14.45 alle 16 il giornalista e direttore del Tg di LA7 Enrico Mentana presenta il suo nuovo progetto editoriale: un quotidiano digitale on line, realizzato da giovani con contratti regolari.


GIOVEDI’ 19 LUGLIO, alle 11.30, Regione Lombardia dà inizio ai lavori dei primo primo reverse mentoring nella Pubblica Amministrazione, inedito e sfidante, con la partecipazione di Fabrizio Sala, vicepresidente e assessore alla Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione. La sera, alle 21,State of Space Nation” porta a Milano Lena de Winne, per quindici anni all’Agenzia Spaziale Europea, autrice di diversi libri sul tema e tra i creatori di Asgardia, la prima nazione spaziale, per raccontare il sogno di un paese che vive nello spazio.


Anche VENERDÌ 20 LUGLIO non mancano spunti curiosi.
Alle 10 Andrea Plazzi, Tuono Pettinato, Gabriele Peddes, personaggi di primo piano del fumetto italiano, illustrano il progetto “Comics & Science. Come fare un fumetto di divulgazione scientifica”.
Alle 12 prende la parola Edward Frenkel, autore del best seller internazionale Amore e matematica con lo speech “Love in the Era of Artificial Intelligence: ci si può innamorare dei complessi algoritmi che chiamiamo ‘robot’?
A fine giornata poi l’incontro (ore 20) “Riconoscere i meteoriti” con Adrian Fartade, divulgatore 2.0 forte di oltre 110 mila iscritti al proprio canale Youtube e mito dei giovani appassionati di scienza italiani.


SABATO 21 LUGLIO alle 12 l’hacker George Hotz (nickname GeoHot), celebre per averviolato a 17 anni i sistemi di Apple e Sony, parla della sua sfida a Elon Musk ovvero “Open source and self-driving cars”.
Sempre sabato, alle 16, Campus Party prova a smontare lo stereotipo che vuole il mondo delle nuove tecnologie a netta predominanza maschile: di “Women in Tech” discute Jona Azizaj, giovane programmatrice.
Alle 18 Guido Tonelli, uno dei più famosi fisici italiani, scopritore del bosone di Higgs, racconta ai giovani “Le nuove sfide della fisica”. Alle 20, il regista Rob Spence parlerà di cosa significa essere un Eyeborg ovvero come e perché un uomo decide di farsi installare una microcamera al posto dell’occhio perso in un incidente.


Alle 22 si spengono le luci: Campus Party dà appuntamento alla prossima edizione.

Vuoi vedere altre news?

Per partecipare attivamente è necessario farsi riconoscere, accedi o registrati anche con i tuoi account social.