Finanziato con fondi Ue POR FESR 2014-2020, coinvolge quattro partner con competenze trasversali

Internet of Things, Big Data e Fabbrica Intelligente al servizio della filiera della moda. Un mix che punta a cambiare volto al settore fashion, rendendolo sempre più sostenibile e green. Ed è proprio un nuovo sistema produttivo, basato sulla combinazione di questi tre fattori, l’obiettivo del progetto ICT4GREENFASHION, cofinanziato da Regione Lombardia con i fondi europei POR FESR 2014-2020 (Asse I).


I PARTNER


Il progetto vede il coinvolgimento di quattro partner con esperienze e competenze trasversali nell’ambito delle tecnologie al servizio della filiera della moda. Capofila è GFM-NET S.r.l., azienda milanese del settore Information Communication Tecnology (ICT). Tra i partner, Clerici S.r.l - Tintoria Filati, PMI leader nella produzione tessile di alta gamma, che dal 1887 tra Milano e Como opera nel campo della tintura della seta; c’è poi Marzotto LAB Srl – Divisione Tessuti di Sondrio, società attiva nel campo delle fibre naturali, del cotone e del lino, del velluto e dell’arredo casa; infine, il Consorzio Intellimech (Bergamo), competente nella ricerca interdisciplinare nell’ambito della Meccatronica.


VALORE E TEMPI


Il progetto, sostenuto all’interno del bando di sviluppo e innovazione di Regione Lombardia SMART FASHION AND DESIGN, ha un valore complessivo che supera il milione di euro (per la precisione 1,192,379 euro); ha preso il via a novembre 2016 e a novembre 2018 dovrebbe avere raggiunto i suoi obiettivi. Sono diversi del resto i progetti, finanziati da Regione con fondi POR-FESR 2014-2020, che guardano a modalità innovative di produzione nel settore tessile: da GRATA a ETF.


INNOVAZIONE E SOSTENIBILITA’


Innovazione e sostenibilità sono le parole chiave di ICT4GREENFASHION, che vuole portare miglioramenti significativi nell’ambito dei processi di produzione più critici dal punto di vista ambientale del settore moda. Un sistema che sarà in grado, dunque, di ridurre in modo sostanziale il consumo energetico e il ricorso a sostanze inquinanti.


Vuoi vedere altre news?

Per partecipare attivamente è necessario farsi riconoscere, accedi o registrati anche con i tuoi account social.