Dalla ricerca dell’Osservatorio internet of things della School of management del Politecnico di Milanopresentata pochi giorni fa al convegno Internet of things: connessi o estinti!, emerge una forte crescita dell’Italia nel settore IoT, un incremento in linea, o addirittura superiore, agli altri paesi occidentali.

Il mercato italiano dello IoT infatti nel 2017 è cresciuto del 32% rispetto all’anno precedente e i servizi ne rappresentano il motore trainante, costituendo il 34% di un settore che vale oggi 3,7 miliardi di euro.

La punta di diamante dell’Internet of Things italiano rimane lo Smart Metering grazie all’installazione dei nuovi contatori intelligenti per gas ed elettricità presso le utenze domestiche imposto dalle normative vigenti: subito dopo si posiziona lo Smart car con milioni di veicoli connessioni a fine 2017, le soluzioni per la logistica, per la città e la casa.

I settori precedenti, insieme all’industria IoT, sono gli ambiti in cui si prevedono i tassi di crescita più significativi per il 2018.

Grazie al piano Industria 4.0 anche l’industria Internet if things è infatti in pieno sviluppo e si sta sempre più diffondendo la conoscenza del tema e l’adozione di soluzioni di digitalizzazione nelle aziende.

Le imprese italiane hanno acquisito oggi una maggiore consapevolezza verso la digitalizzazione e l’ammodernamento tecnologico: solo l’8% dichiara infatti di non conoscere il tema e circa un terzo invece ha partecipato ad eventi e incontri di approfondimento della materia, mentre il 28% sta valutando e pianificando come passare all’azione.

Fonte: https://www.01net.it/iot-italia-2017/

Contributi e commenti (0)

Nessun elemento presente.

Vuoi vedere altre discussioni?

Per partecipare attivamente è necessario farsi riconoscere, accedi o registrati anche con i tuoi account social.