E’ uscito il report annuale del Boston Consulting Group sulle aziende innovative, iniziativa giunta alla dodicesima edizione.

Ecco il link al quale trovare maggiori informazioni e dettagli: https://www.bcg.com/publications/collections/most-innovative-companies-2018.aspx

Ai primi posti figurano Apple, Google, Microsoft, Amazon, Samsung e Tesla.

Secondo l’analisi svolta della redazione del Giornale delle PMI “quest’anno testimonia il ritorno delle aziende europee (tra cui otto tedesche e tre francesi): 15 tra le prime 50, rispetto alle 10 della scorsa edizione. Orange, al 19esimo posto (+25 posizioni rispetto all’anno passato) è la prima europea, seguita da Siemens al 21esimo posto (+24 posizioni), e Unilever al 22esimo posto”.

(Fonte: https://www.giornaledellepmi.it/apple-e-ancora-lazienda-piu-innovativa-ma-le-aziende-europee-ritornano-allattacco-balzo-in-avanti-delle-francesi/ )

Mancano però imprese italiane nelle prime 50, nonostante l’innovazione sia sempre un elemento prioritario per i nostri imprenditori e manager.

Sarebbe interessante capire su quali leve possono muoversi le aziende italiane per spingere sull'innovazione e analizzare se questo è un effetto combinato di mancanza di investimenti, competenze, energie, visione, coraggio, altro? e soprattutto capire su quali di questi elementi puntare in via prioritaria.

Contributi e commenti (0)

Nessun elemento presente.

Vuoi vedere altre discussioni?

Per partecipare attivamente è necessario farsi riconoscere, accedi o registrati anche con i tuoi account social.