Continuano le riflessioni sui processi di trasformazione e digitalizzazione in corso nei vari settori. Partendo dal paper "Building the corporate bank of the future" (autori Eckermann, Heidegger, Rohrig, Santos, Zahn, pubblicato da McKinsey a maggio 2018), ci sono alcuni aspetti da evidenziare. In primo luogo gli investimenti e l'attenzione per il mondo "fintech" e le varie start-up che propongono tecnologie per il settori finanziari, poi la diffusione di piattaforme e di eco-sistemi (anche soluzioni cloud, che nel contesto bancario sono piuttosto rare). Il paper prosegue con l'identificazione dei fattori chiave per le banche: la capacità di gestire relazioni multicanale con i clienti; la digitalizzazione end-to-end dei processi; la necessità di ripensare l'offerta di prodotti e servizi; la capacità di utilizzare gli "advanced analytics". Tra le competenze essenziali: l'innovazione, il risk management e il servizio.

Che ne pensate? Quali banche italiane stanno affrontando con successo questi cambiamenti? Quali sono secondo voi i loro punti di forza?

Contributi e commenti (0)

Nessun elemento presente.

Vuoi vedere altre discussioni?

Per partecipare attivamente è necessario farsi riconoscere, accedi o registrati anche con i tuoi account social.