I vantaggi e le istruzioni per le gare. Il vicepresidente Sala: si parte dai bisogni del territorio

Con la prima scadenza il 7 agosto, la seconda l’8 e la terza il 31 agosto, entrano nel vivo le tre gare di appalto pubblico pre-commerciale messe in campo da Regione Lombardia per ‘far inventare’ a imprese e enti di ricerca strumenti medici innovativi, non ancora disponibili sul mercato e indicati come necessari dalle strutture e dal personale medico del territorio lombardo.


Attraverso questo particolare tipo di bando, l’ente pubblico sollecita dunque la ricerca e lo sviluppo di soluzioni altamente innovative, per rispondere a fabbisogni specifici individuati a partire da una ricognizione puntuale, di cui si è fatta carico Regione stessa.


In particolare, la prima gara di appalto pre-commerciale in scadenza – mercoledì 7 agosto, alle ore 14 - chiede la creazione di una soluzione innovativa relativa a un sistema di “Broncoaspirazione sicura.
G
iovedì 8 agosto alle ore 14 scade la presentazione delle domande di partecipazione al bando per un “Sistema meccatronico esoscheletrico per la somministrazione di terapia motoria riabilitativa a pazienti neurologici con disabilità motoria dell’arto superiore”.


C’è tempo invece fino a venerdì 31 agosto alle ore 16 per la gara che ha come oggetto la realizzazione di un’innovazione tecnologica per valutare la fragilità della placca aterosclerotica coronarica.


Le tre gare, finanziate con fondi POR FESR 2014-2020, puntano a favorire ricerca, crescita e occupazione. Diversi i vantaggi degli appalti pre-commerciali per l’ente pubblico come per le imprese: ad esempio, Regione condivide rischi e benefici della ricerca a costi di mercato, e la proprietà intellettuale/industriale delle scoperte rimane in capo alle aziende che rispondono al bando. Le stazioni appaltanti sono l’ASST di Pavia e Azienda Regionale Centrale Acquisti - ARCA, su input della Direzione Generale Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione di Regione Lombardia.


Il valore economico della prima gara per la prima fase è di 61.475 euro; quello della seconda ammonta a 106.557 euro; la terza gara infine ha un valore di 98.361 euro. A questa prima fase seguiranno per i primi quattro aggiudicatari la fase II (prototipazione) e successivamente la Fase III (sperimentazione). Per tutte e tre le gare Regione Lombardia ha stanziato nel complesso 7 milioni e 568 mila euro.


“Con queste Call vogliamo favorire lo sviluppo di progetti che ancora non esistono sul mercato e dal grande impatto sul nostro sistema economico e sociale - ha detto il vicepresidente di Regione Lombardia e assessore alla Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione Fabrizio Sala -. Questo è esattamente ciò che intendiamo per ‘Innovazione che parte dai reali bisogni del territorio’”.


I materiali dei seminari tenuti in Regione per la presentazione delle tre gare – compresi capitolati tecnici e disciplinari di gara - sono disponibili alla voce “Allegati” al link:
http://www.fesr.regione.lombardia.it/wps/portal/PROUE/FESR/Eventi/DettaglioEvento/presentazione-appalto-pre-commerciale-2018


Di seguito anche il link diretto alle singole gare:
- per la Broncoaspirazione sicura http://www.sintel.regione.lombardia.it/eprocdata/auctionDetail.xhtml?id=95316998
- per il Sistema esoscheletrico http://www.sintel.regione.lombardia.it/eprocdata/auctionDetail.xhtml?id=95313218
- per la valutazione della placca aterosclerotica http://www.asst-pavia.it/node/14436


Quesiti tecnici possono essere inviati agli indirizzi email:
- ufficiogare.arca@pec.regione.lombardia.it e in caso di problemi con la PEC gare@arcalombardia.it
- per l’ASST Pavia a gare@pec.asst-pavia.it


Vuoi vedere altre news?

Per partecipare attivamente è necessario farsi riconoscere, accedi o registrati anche con i tuoi account social.